Stazione Leopolda

VENERDÌ 16
ORE 15:00
Apertura della manifestazione

dalle ORE 15:00 alle ORE 21:00
Dimostrazioni di Glam Body Modification
il piacere di essere quello che non sono

GlamBody
facebook

Le Drag Queen Marchesa, Christine La Croix, Pavona Mugler si prepareranno per la serata con trucco e filler
La modificazione transitoria avviene con waist control, protesi che modificano il corpo, ovviamente trucco e filler riassorbibili.
E qui il drag, il cross dress, e la body modification si fondono portando sul palco performer che non solo intrattengono il pubblico, ma sono anche frutto di un processo preparatorio che diviene anch’esso spettacolo.
Che l’intervento sia massiccio e vistoso (tipico del Drag) o sia invisibile ma determinante, insieme alle colleghe Christine La Croix e Pavona Mugler, la Marchesa ha cominciato a realizzare dei veri e propri workshop pre spettacolo dove molte persone possono provare l’esperienza del vivere il “no-gender” andando oltre il semplice travestimento.

Per il pubblico ci sarà la possibilità di vestirsi e truccarsi come una drag queen e farsi fotografare.

In occasione del gemellaggio con la Tattoo Week di Rio de Janeiro
abbiamo organizzato con l’Associazione Culturale Italo Brasiliana Econtro
una serie di iniziative per conoscere meglio la cultura brasiliana .

encontro
L’associazione culturale italo-brasiliana Encontro nasce l’11 febbraio 2012 a Pisa da un gruppo di persone già unite da un progetto partito il 29 ottobre 2010 con il nome di “Pisa incontra il Brasile”. Le serate all'ombra della Torre hanno assunto fin dall'inizio la forma di un viaggio tra la Toscana e il paese verdeoro, con l’intenzione di attraversare la storia, la musica, la cucina, la cultura e tanto altro di questi due luoghi, creando così uno scambio di odori, suoni, emozioni, immagini che possa renderli sempre più vicini, uniti nell’amicizia, nella conoscenza reciproca e nell’integrazione.

www facebook
dalle ore 18:00 alle ore 19:00
Aula di prova di Capoeira per bambini e ragazzi  a cura di Capoeira Angola Palmares Pisa

dalle ore 19:00 alle ore 20:00
Roda di Capoeira a cura di Capoeira Angola Palmares Pisa
palmares
Galo Preto comincia a fare capoeira ad inizio 2001 a Pisa, passando a fine anno al gruppo Capoeira Zumbì. Nel 2004 nasce il gruppo di Capoeira Angola Palmares di Pisa, che dal 2012 coordina personalmente.
La capoeira, lotta di liberazione degli schiavi africani, è oggi arte marziale brasiliana. E' un gioco/lotta accompagnato da canti e strumenti, in cui non esistono vincitore e vinto; permette all'allievo di sviluppare la coordinazione motoria, il senso del ritmo, aumenta i riflessi ed l'elasticità. Una bella e completa attività sportiva per bambini e ragazzi.

www facebook

dalle ore 20:00 alle ore 21:30
Concerto "Pisa na Fulô"

Pisa na fulo
Il progetto musicale Pisa Na Fulô, ha avuto le sue origini nell'aprile del 2011, in occasione di una delle serata dell'associazione Encontro, "Pisa Incontra il Brasile", dedicata all'immigrazione Italiana nel paese verde oro, in particolare nella città São Paulo. 
Con amici e soci dell'associazione, decidemmo di fare per la serata, una ricostruzione musicale del viaggio fatto dai nostri nonni dall’Italia al Brasile, omaggiando Adoniran Barbosa ed il gruppo Demônios da Garoa. Cantando dal vivo alcuni dei loro più famosi Samba. 
Da quella serata, nel progetto musicale, abbiamo introdotto pezzi di altri generi della cultura musicale brasiliana, oltre il Samba, ovvero Bossa Nova, Forró, Reggae, Swing, Funky, e soprattutto MPB.
Una delle caratteristiche principale del nostro percorso, in questi anni, è stato il rapporto con il genere musicale forró, realizzando delle bellissime serata in collaborazione con l'associazione Encontro, riuscendo a far ballare chiunque.
In questi quattro anni, tanti amici hanno contribuito a questo progetto, dando ogni volta, con le loro qualità e particolarità, una forma diversa dal nostro modo iniziale di far conoscere la musica brasiliana.
facebook

ORE 22:00
Drag Queen in tangenziale
Musica e show con Marchesa, Christine La Croix, Pavona Mugler e Wedro DJ
Biografia 
Drag 1 Marchesa

SABATO 17

dalle ore 15:30 alle ore 16:30
La Costruzione del dolore
una prospettiva antropologica
Workshop a cura di
Tiger Orchid

Questo lavoro non pretende di essere esaustivo rispetto ad un tema così ampio e complesso, rappresenta una prospettiva per osservare come gli esseri umani costruiscono la propria concezione del dolore in base alle proprie esperienze.

Se ne L’Etica Niconomachea Aristotele descrive la sofferenza come un emozione specifica all’interno dello spettro emotivo, dandole una collocazione specifica come parte naturale del ciclo vitale, con la crescente complessità sociale ed istituzionale sembra ovvia la scomparsa di un aspetto “comunitario” ed una perdita della evoluzione personale che una volta si fondava sulla costruzione dell’identità all’interno della comunità (Freud 1912/13; Tönnies 1886). L’individuo è ora parte di una rete sistemica totalmente indipendente in cui nessuna esperienza è naturale ma tutto è indotto socialmente.

Gli esseri umani non rifiutano totalmente il dolore ma sono guidati al dolore dalla società in modo meccanico. Il dolore è solo un'altra manipolazione con implicazioni sociali, religiose ed etiche. Il dolore è utile come parte della identità sociale.

Sarà solo durante gli anni ‘20 che si noterà una mancanza di analisi sociale rispetto al corpo, da allora si noterà una ripresa dell’interesse rispetto al corpo ed ai riti di passaggio, rituali e performances soprattutto per ciò che concerne il legame tra sofferenza e costruzione del sé.

La ritualità riporta la società ad un aspetto più naturale, non c’è una manipolazione sociale ma una trasformazione sociale, in cui il corpo rappresenta un medium che conduce alla separazione dal sé in una ricerca costante di ascesi, aprendo una prospettiva in cui il dolore non ha carattere negativo, ma viene solo esperito per quello che è.

Quindi il dolore definisce l’identità in una sorta di ritualità cosciente, una realizzazione motivata del sé, un ritorno totale alla propria intimità. Chi si espone al dolore non è malato; certo ciò non significa che il dolore assume una visione positiva ma che il dolore viene vissuto come parte naturale della costruzione del sé.


ORE 16:30
Kitty Willenbruck – Burlesque
Kitty
Kitty Wellenbruch la Grande Arciduchessa del Burlesque e degli Side Show Viennesi, Mayora Domina del Salo Kitty Revue è pronta a condividere il Gusto Viennese per Sangue e Burlesque.

ORE 17:00
Il Bianco e il Nero

Performance di acrobatica aerea a cura di Elisa Drago (Duo Edera) facebook 

ORE 17:30
Metamorphosis
Performance di Fabio Cappa facebook
FabioCappa2Sabato FabioCappaSabato
Nella società attuale esiste un particolare modo di vivere il rapporto umano con chi ci circonda dettato spesso dall'incapacità di instaurare rapporti profondi con le persone stesse.
Questa incapacità condiziona l'individuo nell'essere diverso.
O per lo meno di farlo sentire tale. Come molte specie animale anche noi siamo in grado di fare la muta, di toglierci addosso quel primo strato per rivelarci come effettivamente siamo.
Questa metamorfosi rappresenta la dipendenza che non vogliamo più avere nei confronti delle persone, degli amici, della famiglia, e il processo verso il quale si inizia a negoziare per la propria libertà sociale artistica ed espressiva.
È un rituale di passaggio che prima o poi siamo costretti a fare per essere veri, per toglierci tutto quello che la società ci impone e ci butta addosso. La muta, una volta fatta è proprio quella parte superflua che non ti fa vivere a pieno la vita. È solo dopo essersi trasformati si può guardare ciò che si è lasciato cadere con soddisfazione.
È solo dopo essersi trasformato che si può dire di essere veri. La performance vuole simboleggiare proprio questo.
La capacità di adattarsi alla società facendosi scivolare via tutte le cose superflue mantenendo e cercando solamente ciò che di positivo c'è nelle persone e in noi stessi dando così un valore diverso anche al rapporto umano.

 

ORE 18:00
Raven
The Dark Prince of Burlesque
 Raven
Spettacolo di Burlesque
Melbourne (Austalia)

Raven è il Principe Oscuro del Burlesque. 
Un maestro del neo style e ardito innovatore, le sue performances sono intense, provocatorie, e trasportano il pubblico al limite di comprensione dei loro desideri. Incoronato Mister Boylesque Australia 2012, è stato iniziato allo studio della danza sin da piccolo. Cresciuto con un grande interesse per tutte le forme di ballo, ora il suo repertorio copre discipline classiche e contemporanee supportate dall’istruzione nelle arti circensi. Con un interesse diligente nella storia del burlesque e come questa ispiri performer nuovi e affermati nell’arte del provocare, ha girato gli USA, l’Europa e l’Austrasia ottenendo notorietà presso pubblici internazionali e una serie di colleghi sparsi per il mondo da cui trarre ispirazione. Amichevole e disponibile, incoraggia il pubblico sfidato dai suoi spettacoli, o da quelli di chiunque altro, a fare domande e a scoprire gli artisti che narrano le loro storie. 
Non ha vergogna del proprio corpo e della propria sessualità, e nemmeno voi dovreste.

ORE 18:30
Kitty Willenbruck – Burlesque
Kitty

ORE 19:00
Atman
Performance DI Tiger Orchid
Noema Pasquali2
Nel tantrismo Tibetano non si riconosce divisione, tutto si fonde per essere un unicum in perfetta armonia con l’universo. Così come non vi dovrebbe essere distinzione tra uomo e donna, così non si dovrebbe distinguere tra bene e male ne’ tra carne e sangue, là dove ogni ritualità diviene un offerta a se stessi.
 

ORE 19:30
Raven
The Dark Prince of Burlesque
 Raven
Spettacolo di Burlesque
Melbourne (Austalia)

ORE 20:00
Il Bianco e il Nero

Performance di acrobatica aerea a cura di Elisa Drago (Duo Edera) facebook 
Elisa2

ORE 21:00
DinamikClub e The DonBob Show

logo-dk-per-mail
Esibizioni di Parkour, Danza, Fuoco e Percussioni
Regia Giada Cei
facebook www

ORE 21:30
Performance di Body Modification
Sospensioni e trazioni con Alexandre Fuser

Fuser1 fUSER2 FUSER3 FUSER4 FUSER5
 

ORE 22:00 
Bloody Love
Performance di Body Modification a cura di Indigenak Modification Industries (Mondariz, Spagna) 
Indigenak 1 Indigenak 2 Indigenak 3 Indigenak 5 Indignak 4
Questa performance parla della repressione dalla società e come si può sopportare grazie alla forza dell’amore
facebook
Biografia
Gli Indigenak Modification Industries sono formati da due persone molto differenti: una proveniente dalla musica classica e l'altra dal piercing e dagli spettacoli freak.
Si incontrano grazie all'amore per le sospensioni e proprio con l’amore creano questi spettacoli per dimostrare al pubblico che nulla è più forte dell’amore.

ORE 22:30 
Tony Romano Psycho Explosion in concerto
TONYROMANO
Nu-Rockabilly
facebook
Band Nu-Rockabilly fiorentina composta da: 
Tommaso Guidi (Voce e Chitarra), Vanni Boninsegni (Contrabbasso e Basso Elettrico) e Marco Romei (Batteria).
I Tony Romano Psycho Explosion uniscono la spinta dei pezzi rock’n’roll e rockabilly autentici ai suoni del pulp, del surf e del punk,
ottenendo una miscela dirompente che riporta con la mente ai film di Tarantino e Rodriguez

DOMENICA 18

ORE 10:00
Apertura della manifestazione

ORE 11:00 – 12:00
Seminario Tecniche di Piercing

a cura di Alexandre Fuser

 

seminario fuser

Illustrazione di tecnica a mano libera per piercing, microdermal e genitali e spiegazione di tutti gli altri piercing

Per informazioni e iscrizioni 2016@pisatattooconvention.com

ORE 17:00
Sacrificing Me
SacrifingMe
Performance di Fabio Cappa facebook
a cura di Fuckin' Bloody Steel, Bloody CirKus, Rehab Blood.

Due esseri disincarnati, senza volto, senza sesso, senza una storia, due corpi tra una moltitudine amorfa, sono le pecore del gregge da sacrificare, da dissanguare, e da offrire al Dio o alla Dea. I due sacerdoti con i loro solenni abiti, con i loro sguardi ricolmi di fede, ma vuoti e ciechi di fronte alla cupa realtà, sono gli artefici di questo sacrificio; privi di emozioni, afferrano, infilzano e agganciano quei corpi come pezzi di carne in un mattatoio. Ma, ahime, anch'essi schiavi della loro fede, si auto immolano ad essa ed esattamente come avviene per is acrificati, i Sacrificanti sacrificano loro stessi alla Sacerdotessa o innanzi ad essa che rappresenta l'ufficialità della società. Questa Società vuota di contenuti, ma ricca di false Verità .. proprio per quello che rappresenta diventerà la VERA verità. Non è un caso che si sia scelto di rappresentare un sacrificio in chiave azteca, perchè questo popolo operava sacrifici cruenti dove il sacrificato era uno  qualunque del popolo o gregge al quale veniva estratto il cuore pulsante ed offerto agli Dei perchè se ne nutrissero.. ma proprio come accade in natura .. il piu grande mangia il piu piccolo e, se i sacerdoti aztechi sacrificavano minoranze e gente comune.. anch'essi all' arrivo del potente popolo cristiano furono sacrificati, al loro Cristo. Oggi non è cambiato nulla.. siamo sempre all'interno di un mondo di apparenze, e false verità .. dove la legge giusta è del piu forte. Dove il gregge vive in un falso candore spersonalizzato.. che veste dei costumi che gli vengono imposti e di idee inculcate.. dove sguardi che si incontrano non si vedono.. fino al giorno che non vieni sacrificato.. Perchè proprio in quegli ultimi istanti che ti restano.. proprio quando il tuo sangue scorre via dal corpo.. quando ogni tuo avere perde di valore.. quello è il momento che vedi il tuo vero Io, la tua essenza..ovvero la sintesi della tua vita , delle persone che hai incrociato.. dei tuoi amori , delle tue gioie e dolori.. in quell'istante in cui stai morendo.. ti accorgi del tutto che ti circonda.. e che quello che davvero conta ora fa parte di te.. quindi quel sacrificio avvenuto per falsi ideali.. ti ha ridestato dal tuo sonno e ti ha portato alla vita.

ORE 17:30
Chado
Fakir & Extreme Body Art Performance
a cura di Tiger Orchid con Giulia Pasquali e Martina Bianchini

facebook

NoemaPasquali1
Giulia Pasquali 2 Giulia Pasquali1 
Martina Bianchini 2 Martina Bianchini 1
La cerimonia Giapponese del tè anche conosciuta come CHA NO YU, che letteralmente significa “acqua calda per il tè”, rappresenta una delle cerimonie Zen più simboliche sia sul piano storico sociale che culturale; in Giappone si dice infatti Cha Zen Ichimi ovvero Tè e Zen hanno un unico sapore.

L’infuso di matcha viene preparato secondo una tecnica di sospensione, ben diversa dalla tecnica occidentale di infusione, e la sua degustazione prevede un rituale il cui scopo è quello di pulire la mente, creare il vuoto predisposto ad accogliere la conoscenza.

Il cuore della Cerimonia del tè consiste nel preparare una deliziosa tazza di tè, disporre il carbone in modo che riscaldi l’acqua, sistemare i fiori come fossero nel giardino, in estate proporre il freddo, in inverno il caldo, fare tutto prima del tempo, preparare per la pioggia e dare a coloro con cui ti trovi ogni considerazione. (Sen no Rikyu)

Biografia Tiger Orchid
Tiger Orchid, al Secolo Noema Pasquali, sin da bambina dimostra una naturale inclinazione alla ricerca che le permette di esperire il proprio corpo  – il ricordo più nitido risale infatti a quando, a circa sei anni,  amava cucirsi disegni sul braccio con fili colorati – adolescente intraprende la carriera di piercer  e, parallelamente, conduce studi umanistici che la portano a specializzarsi in Sociologia Visuale, Antropologia Visuale e Semiotica, mentre la passione per le letture filosofiche e la pratica dello Yoga  la avvicinano alle filosofie orientali ed al Fachirismo diventando la prima fachira italiana – consacrandosi a discipline come Pirobazia. Contemporaneamente non abbandona ma amplia il proprio spazio artistico dedicandosi a Sospensioni,  Body Art Estrema, Teatro Contemporaneo ed Arte Circense sfruttando i differenti piani semiotici del processo comunicativo (dall’arte figurativa alla semiotica, alla narrativa).

ORE 18:00
Performance di sospensioni statiche
a cura di Indigenak Modification Industries (Mondariz, Spagna)
indigenak 7 Indigenak 8 Indigenak9
facebook

ORE 18:30 
Performance di Body Modification
Sospensioni e trazioni con Alexandre Fuser
con la partecipazione in prima persona di Rolf Buchholz, l'uomo con più piercing al mondo!

Fuser1 fUSER2 FUSER3 FUSER4 FUSER5

EVENTI PERMANENTI:

Ospite della 1° edizione
Pisa Piercing e Body Art Convention

Rolf Buchholz  (Dortmund, Germania)
L’uomo con più piercing nel mondo.

1 2 3
4 5 7

Punto Radio
punto-radio
sarà in diretta dalla “Pisa Tattoo Convention” per raccontare un universo a volte poco noto o frainteso. Una diretta nei tre giorni del festival per far conoscere gli artigiani del tatuaggio e del piercing, gli appassionati che ogni anno affollano la convention, i tanti simboli, significati che scaturiscono da un tatuaggio, il tutto condito da ottima musica. Punto Radio e Pisa Tattoo Convention una sinergia che lascerà il segno… il disegno.

Punto Radio sui 91.1 – 91.6 e in streaming 
www.puntoradio.fm

Live Painting
a cura di Luca scopetti
Stazione Leopolda

"La Venere di Milo"  

tattoo_live_paint 2016
"La Venere di Milo è uno dei simboli che nella cultura moderna incarnano la bellezza femminile…Venerare il corpo e le sue forme attraverso l’arte. Focus di un legame tra il classico e il contemporaneo.Questa è l’idea della performance curata da Luca Scopetti per la 6° edizione di Pisa Tattoo Convention, durante la quale dieci artisti reinterpreteranno in chiave contemporanea le forme, i colori, la storia del corpo, attraverso il proprio univoco messaggio artistico”
 

Dimostrazione live di Body Painting
"Come il colore veste la tua pelle"

VENERDI 16  
a partire dalle ore 16.00
Alessandra Dedhalae Lari 
Alessandra Dedhalae Lari1VENERDI Alessandra Dedhalae Lari2VENERDI

SABATO 17
a partire dalle ore 12.00
Tiziana La Monica
TizianaLaMonica1SABATO TizianaLaMonica2SABATO

DOMENICA 18
a partire dalle ore 12.00
Simona Grossi

SimonaGrossi2Domenica SimonaGrosso1DOMENICA

Mostra Arti del Corpo
"Acqua e inchiostro
Mostra a cura dell’Associazione Arti

www.associazionearti.com
www.facebook.com/AssociazioneArti
info@associazionearti.com

1 2 3
4 5 6

Torneremo a scorrere prima o poi. Lo faranno i nostri gesti e le nostre emozioni. 
E lo faranno quando lasceremo cadere il senso di vuoto della moderna civiltà, l‘attesa snervante della perfezione, l’ossessiva ricerca della giusta risposta alla domanda che non siamo ancora in grado di porci. Un velo grigio piombo pellicola le azioni.
Quando il tanto anelato ritorno alle origini, agli impulsi mentali primordiali, al dialogo viscerale riusciranno a dipingere quel tipo di conversazione bianca? Intendo proprio quel tipo di conversazione! Inutile, intuitiva, febbrile. 
Occorrerebbe fare come i profughi in fatto d’arte: peregrinare, perdersi, morire.
Occorrerebbe il diverso, il non conosciuto, il nero.
Occorrerebbe scorrere come vita lenta: pelle trafitta – plastica graffiata – anima penetrata come solco su legno.
Siamo solo ferro che desidera la meravigliosa ruggine.
Come figure primitive bramiamo la pioggia nello stesso momento in cui ci siamo cosparsi di cenere, fuoco e grafite..
Accadrà così: una dolce, eterna, goccia blu cadrà sulla testa come penna su carta, in un istante, senza respiro ne tempo, lasciando il pensiero al suo gesto brutale.
Un’idea. Una mano. Un segno.

L’Associazione Culturale Arti nasce il 21/11/2011, a Palestrina (RM), dalla volontà dei quattro soci fondatori: Gabriele Petrucci, Andrea Micheletti, Fabio Mingarelli e Claudio Lombardi. Scopo dell’associazione è promuovere iniziative culturali riguardanti ogni forma d’arte, valorizzare gli spazi urbani attraverso il dialogo con l’arte contemporanea e offrire un’istanza di vera, libera espressione. Arti è l’incontro di un gruppo di artisti uniti dal bisogno di fruire e condividere visioni empatiche, interpretazioni del circostante attraverso ogni forma personale di comunicazione ed è aperta a tutti coloro che ne condividano lo spirito.

Partecipazioni, collaborazioni, performance

  • I Giardini di Settembre 2015
  • Estate Prenestina 2015
  • Montecompatri murales 2015
  • Radiolevano 2015
  • Arti_Incontri 2015
  • Convention Pisa Tattoo 2015
  • Convention Pisa Tattoo 2014
  • III memorial Davide Nardi
  • Vicoli del Jazz 2014
  • Vicoli del Jazz 2013
  • Nel Nome Del Rock 2012